«Crediamo – I cristiani come passerelle di riconciliazione» - Messaggio dei vescovi svizzeri per la colletta della Settimana Santa 2005 per i cristiani in Terra Santa

Tutti i documenti (830)

Conferenza Episcopale di Svizzera

Svizzera       02/2005

Cari fratelli e sorelle,

In occasione della Settimana Santa come di consueto rivolgiamo un appello alla solidarietà con i cristiani in Terra Santa – regione ove si trovano le radici della nostra fede. Facciamo quindi nostra una tradizione che risale ai tempi apostolici della Chiesa primitiva. Già l’Apostolo Paolo sollecitò le comunità in Asia minore a sostenere i confratelli a Gerusalemme.

Siamo tutti consapevoli della drammatica situazione in Israele e Palestina. La «Terra Santa» è però ben più vasta di questa regione in conflitto, perché comprende anche Siria, Libano, Giordania ed Egitto. In questi Paesi i cristiani danno spesso un esempio luminoso. Varie culture e religioni vi convivono pacificamente. Ci pare perciò importante prendere atto di questa realtà e sostenerla.

La forza della fede in un mattino foriero di speranza matura sin d’ora. Udiamo uomini e donne in Terra Santa affermare che i cristiani sono «passerelle» di riconciliazione. Possiamo persino dire che i cristiani sono segno visibile, «sacramento di riconciliazione» nel paese di Gesù. Ciò è particolarmente bello e promettente, perché senza riconciliazione non c’è nessuna vera pace.

Con la preghiera e una colletta generosa sosteniamo questi segni di riconciliazione. Inoltre, incoraggiamo i cristiani a svolgere pellegrinaggi nei luoghi santi, per meglio conoscere le comunità cristiane sul posto. In tal modo aiuteremo queste persone non solo materialmente ma prenderemo sulle nostre spalle anche un po’ della paura che gli attanaglia.

Concretamente mostriamo loro di «credere nelle passerelle di riconciliazione». Farsi pellegrini è foriero di speranza, ricorda la presenza d’una Chiesa viva e dà testimonianza di pace e riconciliazione in questa regione martoriata del globo.

All’inizio del tempo pasquale sollecitiamo tutti i cristiani ad unirsi in preghiera, «perché in Terra Santa trovino compimento la pace e la riconciliazione». Contribuiamoci anche noi! Ringraziamo di tutto cuore i donatori e le donatrici a nome dei cristiani in Terra Santa.

Friburgo, febbraio 2005

91 visualizzazioni.
Inserito 01/01/1970