La Carta Ecumenica di Strasburgo (2001) - n. 10: relazione con l'Ebraismo

Tutti i documenti (830)

Conferenza delle Chiese Europee (CEC) - Consiglio delle Conferenze Episcopali Europee (CCEE)

Francia       22/04/2001

10. Approfondire la comunione con l’Ebraismo

Una speciale comunione ci lega al popolo d’Israele, con il quale Dio ha stipulato una
eterna alleanza. Sappiamo nella fede che le nostre sorelle ed i nostri fratelli ebrei "sono
amati (da Dio), a causa dei Padri, perché i doni e la chiamata di Dio sono irrevocabili!"
(Rm 11, 28-29). Essi posseggono "l’adozione a figli, la gloria, le alleanze, la legislazione,
il culto, le promesse, i patriarchi; da essi proviene Cristo secondo la carne ..." (Rm 9, 4-
5).
Noi deploriamo e condanniamo tutte le manifestazioni di antisemitismo, i "pogrom", le
persecuzioni. Per l’antigiudaismo in ambito cristiano chiediamo a Dio il perdono e alle
nostre sorelle e ai nostri fratelli ebrei il dono della riconciliazione.
È urgente e necessario far prendere coscienza, nell’annuncio e nell’insegnamento, nella
dottrina e nella vita delle nostre Chiese, del profondo legame esistente tra la fede
cristiana e l’ebraismo e sostenere la collaborazione tra cristiani ed ebrei.

Ci impegniamo
- a contrastare tutte le forme di antisemitismo ed antigiudaismo nella Chiesa e nella
società;
- a cercare ed intensificare a tutti i livelli il dialogo con le nostre sorelle e i nostri fratelli
ebrei.

84 visualizzazioni.
Inserito 01/01/1970