News: Scoperto sotto il Muro del Pianto il “teatro perduto” di Gerusalemme

19/10/2017     Ombretta Pisano     31

I resti di un piccolo teatro di epoca romana sono stati scoperti da una equipe di archeologi israeliani impegnata in scavi nella zona dell’Arco di Wilson a breve distanza dal Muro del Pianto, nella Città vecchia di Gerusalemme. Lo hanno annunciato oggi gli stessi archeologi - Joe Uziel, Tehillah Lieberman e Avi Solomon - in una conferenza stampa in cui hanno precisato di essersi trovati casualmente al cospetto dei resti del teatro mentre erano impegnati a riportare alla luce nella stessa zona otto grandi pietre alla base del Muro del Pianto. «È stata una scoperta sensazionale», hanno affermato.

Il teatro poteva ospitare duecento spettatori e la sua ubicazione concorda con testi storici dell’epoca di Giuseppe Flavio e con descrizioni posteriori di quando Gerusalemme veniva chiamata dai romani Aelia Capitolina. «Imbatterci in quel teatro è stato per noi un colpo di scena drammatico» hanno detto gli archeologi. «Si tratta di una struttura relativamente piccola, rispetto ai teatri romani già noti, come quelli di Cesarea, Beit Shean o Beit Guvrin. In particolare, esso si trovava sotto una copertura, ossia l’Arco di Wilson. Ciò fa pensare - hanno aggiunto - che fosse quello che un tempo si chiamava un `odeon´, una struttura utilizzata per esibizioni acustiche».

Per ragioni ancora non accertate, quel teatro non entrò mai funzione. «Notevoli sforzi furono investiti per la sua realizzazione ma stranamente - hanno notato - fu abbandonato». Una delle ipotesi è che a segnarne la sorta possa essere stata la rivolta guidata dal combattente ebreo Bar Kochba negli anni 132-135 d.C