Articolo: Sinagoghe dell'Alta Galilea: Bet Alfa, Hamat, Tiberias, Tzippori

17/02/2020     Maria Brutti     29

Scarica PDF con foto e l'articolo completo

La sinagoga era un istituto rivoluzionario fin dalla sua nascita, esprimendo drammatici cambiamenti religiosi e sociali. Sembra essere stata una creazione unicamente ebrea che ha influenzato lo sviluppo successivo della chiesa cristiana e la moschea musulmana. Come il suo nome greco sinagoga "luogo di assemblea" attesta, ha funzionato come un centro della comunità, ospitante le attività della scuola, di tribunale, di ostello,di fondo di beneficenza, e luogo di incontro per la comunità ebraica locale. Nel Secondo Tempio e secondo le fonti più tardive, il termine sinagoga si riferisce spesso ad una congregazione e non ad un edificio. Le più antiche Sinagoghe della Galilea sono stati i primi edifici rappresentanti dello spazio monoteistico dove la gente adorava senza idoli. Sono stati anche i primi prototipi in cui Gesù ha pregato.

I resti di ben 50 diverse sinagoghe sono state identificate in Galilea, uno dei siti più ricchi di sinagoghe al mondo in quel momento. Queste prime sinagoghe compresero Meron, Gush Halav, Navorin, Bar Am e Bet Alfa e Korazim, e Cafarnao, presso il Mare di Galilea. I resti più antichi di sinagoghe in Palestina risalgono alla fine del primo secolo BCE. o all’inizio del primo secolo CE.

Da questo momento la sinagoga è stata una istituzione centrale in tutto il mondo ebraico. Dal quarto settimo secolo vi sono prove di sinagoghe costruite in tutto il paese. A volte questi reperti archeologici confermano le fonti scritte.

La maggior parte dei resti di sinagoghe proviene dalla Galilea, che era il centro della vita ebraica nella tarda antichità (dal periodo tardo romana o bizantina fino all'inizio del periodo arabo).

La datazione dei resti delle più antiche sinagoghe ha portato a una rivoluzione nella comprensione della comunità ebraica in Palestina, che fiorì qui fino all'inizio del Medioevo.

Un esempio saliente di questo stato è la monumentale sinagoga di Cafarnao, completata nel 5 °secolo, che sovrasta una chiesa più modesta dal periodo bizantino situata nelle vicinanze.

La prima sinagoga in Galilea spesso presenta una facciata monumentale riccamente decorata, rivolta verso Gerusalemme, con tre ingressi, finestre e altri elementi architettonici scolpiti in tipico stile latino romano.

Gli edifici avevano tre file di colonne che dividevano lo spazio interno con panchine lungo due o tre pareti e un pavimento lastricato.

Un fattore decisivo per l'aspetto fisico della sinagoga palestinese è stata l'influenza della cultura ellenistica sulle lingue aramaico e greco, predominanti nel Vicino Oriente a quel tempo, con la conseguente scoperta di oltre l’ 85 per cento di tutte le iscrizioni in sinagoga in quelle lingue.

L'influenza romana può essere vista anche in architettura. Molti edifici, soprattutto quelli in Galilea avevano alcuni aspetti di una struttura di costruzione romana civile, altri condivisi con la basilica cristiana e caratterizzati da una navata centrale, due laterali, un nartece e un atrio.

La sinagoga ha adottato molte delle forme prevalenti di ornamenti artistici del tempo. Le incisioni rupestri presenti in molte sinagoghe della Galilea si basano su motivi diffusi nella tarda antichità e sono utilizzati nei molti mosaici sui pavimenti.

In tre sinagoghe della Galilea vi sono magnifici pavimenti a mosaico multicolore:

  • Hamat Tiberias, sulla collina sopra la città di Tiberiade affacciata sul Mar di Galilea ( Lago di Tiberiade)
  • Beit Alpha nella Valle Izreel
  • Tzippori nelle montagne di Galilea.

Hanno tutte uno Zodiaco, un disegno che gli ebrei presero in prestito dalla cultura greco romana del tempo. I noti simboli astrologici hanno scritte in ebraico, insieme con i tipici simboli artistici ebraici, alcuni dei quali fanno ancora parte della vita attuale ebraica: il candelabro, Menorah, il corno, shofar.

A Tzippori il mosaico della sinagoga raffigura il sacrificio di Isacco ( presente anche a Beit Alpha), insieme con elementi dettagliati del culto del Tempio.

Scarica PDF con foto e il testo articolo completo